L'angolo del Prof

News Calendar

November 2021
Mo Tu We Th Fr Sa Su
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5

La settimana scorsa parlai con un mio studente spiegandogli che cosa un docente si aspettasse da lui.

 

Guardandomi in modo stralunato mi disse: “ Prof mi sta dicendo che dovrei studiare tutto quello che mi spiega e che dovrei fare anche esercizi? “. Da questa frase parto per esporre una mia perplessità sul ruolo che oggi lo studente ha all’interno del mondo della scuola. Studiare non è solo un diritto ma anche un dovere e, nel nostro caso, una libera scelta. Per la legge si ha l’obbligo di studiare fino al compimento del sedicesimo anno quindi anche nella scuola pubblica a un certo punto del proprio percorso vi è la possibilità di interrompere il viaggio e decidere liberamente di terminarlo. Oggi in Italia si discute e si lotta per rivendicare i propri diritti ma pochi s’interrogano su un punto focale, la legge tutela e mi porta a realizzare i miei sogni oppure sono spinto in balia del caso, terzi o dalla massa? Ho deciso di insegnare perché per me è una vocazione, una scelta che nasce da dentro e per la quale non ho mai messo davanti diritti o rivendicazioni. Sono stato per tantissimi anni precario. Ho lavorato per diversi Centri Studi con un contratto a progetto il quale mi garantiva una retribuzione solo ed esclusivamente se facevo ore di lezione. Non ho mai avuto ferie pagate, tredicesima, copertura per infortunio o malattia, liquidazione, riconoscimenti o premi di alcun genere. Questo non mi ha fermato perché volevo ad ogni costo fare quello che mi piaceva senza calcoli di convenienza e soprattutto lamentarmi di quello che avrei dovuto ricevere e che altri lavoratori tuttora hanno. È sempre facile lamentarsi guardando il proprio vicino, pensare di essere le vittime e seguire il malumore generale sentendosi vivi solo nel lamento. Non ho mai preteso dagli altri ma ho creduto in quello che potevo dare. Nella vita non è detto che tutti dobbiamo essere premiati ma quello che veramente conta è sentirsi protagonisti di un proprio progetto, qualunque esso sia. Lasciare un segno indelebile nel prossimo è una missione che ogni docente dovrebbe seguire quando davanti a uno studente s’immagina il suo futuro e quello che potrebbe offrire alla società. Molti studenti si lamentano di non trovare tra i banchi di scuola una guida, un prof capace di comprenderlo e di stimolarlo nella sua crescita e maturazione. Giusto ma occorre cominciare da dentro, ognuno di noi deve trovare uno stimolo nel fare al meglio ciò che in ogni istante si decide di essere. Sei uno studente? Allora inizia a comportarti come tale, mettici impegno e passione e anche se nel tuo cammino non troverai premi fallo per il semplice gusto di imparare.

“ Il sapere è il più grande dono che la scuola ti può offrire … “     

Contatti

Orari della Segreteria:

Dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00,

il Sabato dalle 9:00 alle 12:00.

 

Recapiti telefonici:

Telefono fisso: 0422 582028

Cellulare: 349 0033540

Fax: 178.602.69.28 (senza prefisso, attivo 24 h)

 

Contatti e-mail:

direzione@istitutosile.it Didattica e CV

segreteria@istitutosile.it Informazioni sul recupero anni scolastici, ripetizioni, esami universitari, corsi di lingua, computer, formazione e assistenza universitaria

amministrazione@istitutosile.it Pagamenti, fatture o reclami

 

 

Chiedi informazioni

Contattaci

Compila questo modulo per richiedere informazioni o preventivi. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.